Login
Pubblicato da
Luca Mesini
il 15 febbraio 2015

Roger Sellers, il giovane

Sapendo poco di Roger Sellers il giovane (se nonché ha 25 anni e non è il Sellers dei Nucleus, artista jazz-rock degli anni settanta)... possiamo quindi interessarci su come nascono le stelle e come al desiderio degli scienziati, scoprire e seguire il corso degli artisti, come vengon fuori e sono nati e nasceranno ancora. Il ragazzo dimostra partecipata sensibilità nelle scelte che fa e aprire alla nostra attenzione il suo laboratorio musicale, desterà (come nei recenti post dedicati a Kaki King, Pina Kollars e altri parenti nascenti alla corte di Bjork) un aspetto di questo mondo che ... come uno “stadio” di un razzo abbandoni il suo “apollo” diminutivo “indie” e ci mostri semplicemente come nasce la creatività in mezzo alla gente. Hanno una competenza, mettono in rete e sul territorio la loro disponibilità a muoversi ed esibirsi e si giocan credito sul filo della sensibilità che eccitano... Roger è contemporaneo, giovane e di ottime speranze :)

Anche in questo articolo, come in altri – provate a lanciare una canzone, e poi aprite una finestra lanciandone un'altra, e poi una terza ancora... otterrete mirabili effetti di sovrapposizione sonora paragonabili a un certo concretismo afferente alla musica del futuro...

Mi piace credere in questo mondo fatto di autonomie, e già la carica che mi ha dato poter aprire un umile omaggio ad Ani di Franco, mi fa capire e comprendere come nel mio paese potremo avere un giorno speranza solo se tutti muniti di Partita IVA e coraggio, renderci responsabili di ogni scelta che facciamo e quindi scendere dal carro o salirci sopra urlando: “Arriviamo“.

O arrivedorci, che per quanto siamo incredibilmente romantici è lo scotto che sovente eppur paghiamo :(

Per capire le qualità del nostro Roger possiamo passare con lui anche solo una dozzina di minuti in cucina... veder come la musica cresce e il dominio di cui gode la produzione in fase di elaborazione, “sposaggio”, consonante ed assemblaggio.

Il ragazzo ha sensibilità e orecchio e spazia dal folk all'elettronica come è d'uopo all'arme di un artista di vent'anni. E' di Austin (credo). Texas :) (sorry perché il link fino a ieri era sbagliato...)

Ma le emozioni più forti le troviamo qui (Waves, ovvero nuvole, credo...) dove il mondo immaginifico e il suo immaginario pare lo coinvolgano in pieno fiore. Qui ancora fra le onde del mare e le proiezioni di un amico collaboratore.

Siamo giunti a scoprire la partecipata sensibilità di questo poliedrico giovane artista assemblatore di suoni, tracce, batterista, chitarrista, cantante e quant'altro grazie alla collaborazione che in questi giorni lo vede attivo insieme a Kaki King (link non più attivo essendo terminato l'evento...: c'erano i tickets per andare al concerto...). Comunque, sul lavoro della King troverete amplie divagazioni qui e qui :) Fra i due link di mezzo forse c'è il fatto che si è sposata quindi auguri per la crescente e matura creatività che si svilupperà in dote ;)

Come ho detto non esiste neanche ancora un profilo su wikipedia, dell'artista. Eppure cercando qualcosa si trova, a partire dalla sua pagina su Facebook fino alle raccolte relative alla serie video della sua pagina su youtube (qui in un bel brano alla Philipp Glass se non una cover che peraltro, visto altri lavori anche potrebbe). O in altre raccolte tematiche afferenti agli artisti musicali, come qui in “lates“ (per gli altri video dovrete registrarvi a Spotify o altri servizi simili).

Ancor non troppo ne sappiamo, ma video... ne troviamo, ne troviamo. Già. Siamo in america :)

Dalle info biografiche della sezione di facebook, veniamo a conoscenza di come il ragazzo si sia ispirato alle sue fonti musicali (Philip Glass, Sufjan Stevens, Joanna Newson) comportando l'art patchwork di influenze (elettronica, folk, ambient, groove) – come abbia all'attivo due dischi e in studio (come al link di cui sopra in apertura in cucina) si trasformi in abile ingegnere registratore tecnico del suono e produttore, cantante e strumentista solista; altre vicende all'attivo come abbiamo visto maturare nelle sue performance live, lo premiano ai Festival Live poiché non fasullando niente in studio ben si propongono al suo sapiente diteggio da DJ sui suoi strumenti campionatori in vicende estempori.

cfr. dalla biography di facebook:

The artistic style of Roger Sellers is widely accessible. Imagine folk-dance-americana-electric-symphonic fusion, where Philip Glass, Sufjan Stevens, and Joanna Newson all groove to late night ambient house music in George Martin’s livingroom.

Roger Sellers paints vivid aural landscapes where his multiple-layered instrumentation pierces through the terrain like musicological formations, as they compile higher and higher. Compelled by the splendor projected, you, the listener climbs to the top of Roger’s finely crafted mountain, where you are met by the enlightened composer. Just as you catch your breath, Roger takes your hand and shows you his panoramic view; at that moment you absorb the deepest beauty that inherently waits within Roger Sellers’ profound concept.

Instruments are easy in his hands, and he literally plays them all. Guitar, banjo, mandolin, bass, bells, organ, piano, drums. From one-man acts, to a full band, Roger Sellers’ live performances sweep his audiences clean from external focus- until the attention is solely paid to him. Similarly, in the studio, Sellers plays the engineer, producer, director, composer, and lyricist.

With three self-produced albums of professional quality under his belt at the young age of 25, Roger Sellers’ songs attest to the erudition of his musical training and confidence as a master of recording. The newest release, "8 Songs"(2012), is out and available, as well as his first two albums. As well as recording, Sellers has also mastered the art of live performance, playing at festivals like SXSW and FUN FUN FUN FEST in 2013.

commenti

Per commentare ed interagire devi registrarti

Following

Followers


politica editoriale note legali FAQ chi siamo pubblicizzati servizi

Copyright © 2013 EQUILIBRIARTE All Rights Reserved