Login

Giovanni Graziani

Artista - iscritto il 1 set 2008

Luogo: Livorno - IT

Email - giovanni.graziani@live.it

Bio

Giovanni Graziani nasce e vive a Livorno.Si dedica con passione al disegno fin da ragazzo sperimentando anche la modellazione della creta e l’intaglio. Frequenta negli anni '60 la scuola d’arte di Villa Maria a Livorno, se ne allontana poi per motivi di lavoro, riprendendo successivamente l’attività artistica presso la Libera Accademia di belle arti Trossi Uberti di Livorno.La sua pittura ad olio si richiama alla tradizione pittorica del secondo dopoguerra, nonché a quella nota esistenzialista che caratterizzò ad esempio Giovanni Cappelli e Gianfranco Ferroni, artisti dai quali sicuramente Graziani attinge, ma anche a Giuseppe Zigaina e Giuseppe Banchieri. La sua pittura indaga inoltre il “reale”, esperienza tipica della tradizione pittorica labronica o, più in generale, toscana. I suoi soggetti si delineano attraverso un tratto hopperiano del dipingere, che li proietta in una dimensione al contempo consueta e desueta. Ciò è il risultato di un modo di concepire l’atto creativo come incondizionato, rispetto agli “ostacoli” della critica e del mercato, quindi come semplice bisogno di espressione personale che comunichi non valori assoluti, bensì verità emozionali tutte da trasmettere. I soggetti pittorici, naturalistici ma mai centrali rispetto alla composizione, instaurano un rapporto con lo sfondo e, insieme a questo, costituiscono un nucleo comunicativo ed emozionale che cattura il fruitore dell’opera in una dimensione di silenziosa introspezione dove il significato spezza la routine di un mondo dove l’uomo ha sempre meno occasioni per sentire e riflettere.
E’ comunque una pittura “pura”: più di disegno, che non di colore. La pittura di Giovanni Graziani prende corpo attraverso cromatismi e sfumature mai leziose, ben delimitate da un tratto deciso, memore del “disegnare prima dello scolpire”.

Opera esemplificativa è “Giochi”, con la quale Graziani vince la medaglia d’oro del Premio “Azzurri d’Italia” al Premio Rotonda 2008: vi sono raffigurati due bambini (elementi animati, animali e vivi), in primo piano, che giocano su di una spiaggia deserta (contenitore inanimato, ma naturale). L’ancestralità dei loro gesti si accorda a quella del luogo. Ne deriva uno spiraglio sul futuro, sul possibile recupero di un più equo rapporto tra uomo e natura, tema più volte affrontato e sviluppato dall’artista (si veda “Vista sul lago”).
Nell’olio intitolato “Lettura” Graziani approfondisce l’interazione tra uomo e natura nei momenti di pace e tranquillità. Gli uomini si inseriscono negli sfondi naturali predominanti quasi sempre di spalle o di profilo rispetto allo spettatore; il loro volto, se rivelato, distrarrebbe noi, fruitori dell’opera, dall’intimo messaggio carico di sentimenti ai quali l’artista vorrebbe ci abbandonassimo: “...Sentimenti di pace e serenità anche se, qualche volta, di struggente malinconia” . E’ la stessa intenzione artistica che guida anche le opere nelle quali la figura umana si inserisce più incisiva nelle dimensioni, più forte nell’intensità emotiva del messaggio (ad esempio la tela intitolata “Barbone”).
Il pittore non trascura però la dimensione potente dell’inanimato, servendosi più volte della spiaggia deserta: nell’opera “Bassa marea”, ad esempio, è una barchetta ad assumere il ruolo di elemento significante.

Le opere di Graziani ci appaiono quindi come valori essenziali, tradotti in poesia (efficaci, ad esempio, le poesie scritte dalla moglie a commento delle tele) che inducono momenti di tranquilla introspezione, anche quando si azzera l’elemento naturale e si colgono figure umane in apparente abbandono, in realtà, in profondo auto- ascolto (“Ritorno a casa”).

Damiano Tonelli Breschi

commenti

Per commentare ed interagire devi registrarti
Artantis. Spazio. Arte - 22/08/2011 - 18:41:47
Bravo Giovanni,complimenti!In particolare per la tua galleria "Spiagge".Pittura dai toni delicati e dalla luce soffusa la tua.Mi piace!
Ciao!
Arpinè
Erika Azzarello - 17/08/2011 - 20:27:46
ti faccio i complimenti per i tuoi lavori Giovanni...so che a volte suona antipatico sentirsi paragonare ad altri artisti, ma non credo di farti un torto (almeno spero) se ti dico che guardando il modo in cui ritrai le persone, mi fai pensare a edward hopper... ti ho aggiunto ai contatti, spero non ti dispiaccia. Buona serata :)
Utente disattivato - 26/05/2011 - 20:04:33
(@EQWork)5242b2e33edb354619425df5(EQWork)

Grazie, ciao e buonaserata.
Marie Helene Horain - 30/04/2011 - 20:02:31
Merci beaucoup Giovanni pour
(@EQWork)5242b2e43edb3546194271a6(EQWork)
, bonne soirée, bizzzzzzzzzzz
Tutti i commenti (57)
politica editoriale note legali FAQ chi siamo pubblicizzati servizi

Copyright © 2013 EQUILIBRIARTE All Rights Reserved