Login

Michela Riba

Artista - iscritto il 23 set 2007

Luogo: http://www.facebook.com/pages/EZEKIELA-e-il-suo-PAF-movimento/40050969452 - Cuneo - IT

Email - ezekiela@hotmail.it

Sito web - www.michelariba.blogspot.com

Bio

Il più grande ostacolo alla comprensione di un’ opera d’ arte
è quello di voler capire...
io noto solo il brutto delle cose... eliminandolo ne rimane il bello
tra mistico fantastico e realtà
come in una favola surreale
nasce una ricerca artistica e una grande passione per la moda, la fotografia e il glamour
alla base di tutto far parlare gli occhi, lo specchio dell’ anima
e render cosi vivo il quadro.
toni vividi , note intense di colori
nuance imperative di bianco e nero
creano giustapposizioni grafiche
tutto racchiuso dall’ eleganza
cercare di andare avanti in questa realtà
nella quale tutti ci rinchiudiamo
sognando un qualcosa che solo tu
spettatore
puoi vedere
scrivi la storia del mio quadro
ed io artista ne sarò incantata
perchè sarò riuscita a riscuotere in te
sensazioni ed emozioni
facendo parlare del mio quadro

Michela Riba


Diplomata al Liceo Artistico di Cuneo si laurea all'Accademia di Belle Arti in pittura seguendo corsi di grandi maestri come Antonio Carena e Marcus Parisini.


"Michela Riba espone una serie di lavori che raccontano la sua visione e interpretazione dell’ esistenza e dell’ esistente, la volonta di esprimere quell’ analisi intorno alla propria sensibilità,alle inquietudini quotidiane,alla condizione femminile. La Riba affida alle tele l’ essenza di un discorso in cui la raffigurazione si muove dalla pittura al fumetto rivisitato, dall’ introspezione alla poetica dell’ immagine fissata nella memoria come in un fotogramma. Misteriosa e simbolica,la sua donna appartiene a questo nostro tempo quanto mai complesso."

(Angelo Mistrangelo)


I suoi quadri - tutti oli su tela - colpiscono per l’espressività iperrealistica, per la fusione tra il linguaggio astratto e la rappresentazione figurativa del reale, per i contrasti cromatici, ma soprattutto per l’energica presenza dell’elemento femminile.
Per sua stessa dichiarazione, Ezekiela trae ispirazione dai fumetti manga, dall’Art Nouveau, dalla moda e dall’eleganza delle fotografie dei servizi glamour (tra i suoi fotografi preferiti Steven Meisel, Steve Hiett, Aldridge Miles…), con la necessità però di andare oltre il reale.Le sue donne - che si lasciano scrutare statiche e orgogliose - sembrano ostentare un forte temperamento femminile e celare invece una fragile dolcezza. Infatti, soprattutto con gli occhi, esprimono tutta la sensibilità e l’urgenza comunicativa dell’artista, la volontà di trasmettere al pubblico un’emozione forte.

(Cristina Pontisso)


"La poetica di Riba Michela tematizza la donna, personaggio contemporaneo della natura sfuggente e diversamente angolata; i suoi quadri sono carrellate visive in cui scorrono profili che suscitano domande intorno alla condizione femminile.
E' un linguaggio neopop per quanto concerne la cifra stilistica,arricchita da eleganti soluzioni formali giocate su campiture piatte , mentre il carattere narrativo delle opere,rigoroso con leggerezza, allontana l'artista dall'impostazione originaria della pop art."

(Giovanna Arancio)


La ricerca artistica della Riba parte dalla fotografia e si rivolge prevalentemente alla figura umana, prediligendo il corpo femminile con rimandi espliciti al modernismo, alle protagoniste dell’art Nouveau ed in particolare alle linee ritmiche che ricordano Beardsley e Klimt. Donne inavvicinabili dagli sguardi distaccati ed indagatori, donne sconfinatamente granitiche, nella loro superba inoppugnabile fierezza, e donne elegantemente fragili, sotto abiti e veli di
perfezione apparente.
Ottimista e fiduciosa, forte e determinata. Questa l’apparenza. E le sue donne sono così:
lontane ed insensibili, angeli e demoni, caratterizzate da formule stilizzate, abiti che accentuano l’effetto decorativo dell’insieme favorendo una lettura compositiva prevalentemente verticale. Forme circolari e chiuse, apparati legati alla moda, estrapolati dalle riviste glamour, i manichini, le maschere, i neri codini che si diramano in scheletrici alberelli, le mani forti ed aperte-una resa ed un richiamo, le pose da femme fatale… Ricordano "gira la moda" e quei giochi per bambine in cui ci si diverte ad appoggiare sui corpi delle bambole di carta, abiti, cappelli, borsette, in un gioco di travestimento e moda strettamente imparentato con il collage. La malìa
sta nella casualità distratta, nell’imperfezione con cui vengono disposti abiti, gioielli spalline e borsette sui corpi. Un po’ staccati, un po’ sciroccati, sbilenchi. I volti impersonali, gli ovali perfetti, i corpi in posa in atteggiamenti voluti e studiati. Come in un gioco per bambine, che fingendo di essere grandi, talvolta si scoprono tali.

(Anna Cavallera)

www.michelariba.blogspot.com


fan su facebook, clicca qui:
http://www.facebook.com/pages/EZEKIELA-e-il-suo-PAF-movimento/40050969452


commenti

Per commentare ed interagire devi registrarti
Arpinè Sevagian - 30/04/2012 - 15:57:29
Grazie a te!
Julia Maurer - 07/04/2012 - 20:08:32
Grazie Michela per il contatto!!! Auguri di Buona Pasqua! ;)
Cristiano - 30/03/2012 - 22:23:28
grazie per il contatto,ricambio con piacere.a presto
Elisabetta Trevisan - 23/03/2012 - 08:55:30
(@EQWork)5242b2de3edb354619420cb3(EQWork)
arriva anche questa,come da istruzioni.-)donnose
Tutti i commenti (45)
politica editoriale note legali FAQ chi siamo pubblicizzati servizi

Copyright © 2013 EQUILIBRIARTE All Rights Reserved