Login
opening ven 22 giu

Things to do today". Giulio Zanet soloshow

22/06/2012 - 15/07/2012
Giovane pittore, Giulio Zanet (nato nel 1984 a Colleretto Castelnuovo, TO, vive e lavora a Milano)) è un osservatore dell’universo umano, nei suoi vizi e nelle sue virtù. Senza limiti, né ipocrisie. Come ci racconta lui stesso “l’uomo è un essere con una grande capacità di adattamento, nel bene e nel male: credo che per abitudine potremmo abbassarci alle cose peggiori. Ed io faccio parte del mondo, quindi immagino che ciò che suggeriscono le mie opere sia al tempo stesso espressione di me e osservazione dell'esterno”. Disegni e tele alla rinfusa svelano il percorso artistico di Giulio Zanet, che con la personale THINGS TO DO TODAY chiude la rassegna “I don’t understand contemporary art” curata da Chiara Ronchini, dopo le personali di Stefano W. Pasquini e Cristiano Carotti. Lo spaesamento suggerito da queste opere è il carattere dominante nelle opere di Zanet, che scegliendo immagini, simboli, o particolari preesistenti, anima gli interni delle sue ermetiche architetture. Architetture che si costruiscono da sè, direttamente su carta o su tela, guidate da un istinto creativo che procede a ritmo di suggestioni. Grazie alla delicata e curiosa vivisezione eseguita dall’artista per ogni immagine, la scelta del bello e del brutto dipende dall’importanza dei particolari, ai quali altrimenti, non avremmo fatto attenzione. Things to do today propone una selezione di lavori, pittura e disegno, eseguiti dall’artista in diversi anni, recenti e passati, accompagnati dalla costante voglia di indagare tra immagini e sensazioni, studiandone forma e identità, attraverso un percorso di ricerca intrigante e frastagliato. Vincitore di una borsa di studio per un programma di residenza presso il centro culturale GlogauAir di Berlino al premio Italian Factory 2010, è stato finalista del Premio Celeste 2011, del Premio Combat nel 2009 e ha ottenuto il terzo premio ad Arte Laguna nel 2007. Nell'immagine SENZA TITOLO (2012) tecnica mista su tela-85x56cm CON IL PATROCINIO Comune di Ancona - Assessorato alla Cultura INGRESSO LIBERO ORARI DI APERTURA giovedì e venerdì 18.30_20.00 sabato 10.00-13.00 e 18.30-20.00 In altri orari su appuntamento INFORMAZIONI gallery@quattrocentometriquadri.eu / +39 3934522197 QUATTROCENTOMETRIQUADRI gallery via Magenta 15, Ancona centro storico, vicino p.za Roma www.quattrocentometriquadri.eu ° ° ° GIULIO ZANET Giulio Zanet was born in Colleretto Castelnuovo (1984), lives and works in Milan. ESPOSIZIONI PERSONALI 2012 THINGS TO DO TODAY, a cura di Chiara Ronchini, Quattrocentometriquadri, Ancona GROWING IN LIGHTNESS (bi-personale con Sabrina Casadei) Kaleidoskop, a cura di R.Farinotti e C.Lio, Berlino SCUSE PER VIAGGIARE, QuintaOfficina, a cura di Rossella Farinotti, Milano WRITTEN ON THE HAYS (bi-personale con Ester Grossi), First Gallery, a cura di Chiara Canali, Roma 2011 HANGOVER, GiaMaArtStudio, a cura di Ivan Quaroni, Vitulano (BV) PRINCIPALI ESPOSIZIONI COLLETTIVE 2012 FRAGILE AGLI OCCHI, Galleria Moitre, a cura di A.Moitre, V.Invernizzi e I.Passaro, Torino ON AIR_radio RAEE, gaia s.p.a, a cura di C. Carbone e R. Pagani, Asti THE SHAPE OF PAINTING TO COME, GalleiaLEM, a cura di Ivan Quaroni, Sassari GLI ELEFANTI NON SANNO SALTARE, Galleria delle Battaglie, a cura di C. Lio,Brescia SOLUZIONI PER L'USO, Betty&Books, a cura di Adele Dell'Erario, Bologna 2011 A FRESH ART EXPLOSION, Arci Bellezza, Milano STORYBOARD, BonelliLAB, Canneto sull'Oglio (Mantova) SERIOUS MATTER, Galleria42, Modena CUORE DI CANE, Underdog Studio, a cura di Gioia Perrone, Modena AAM Arte Accessibile, sede del Gruppo 24 Ore, Milano 2010 PREMIO ITALIAN FACTORY, First Gallery, a cura di Chiara Canali, Roma METROPOLITAN BABY, a cura di Chiara Canali, Alessandra Redaelli, E. Gravagnuolo, Galleria Previtali, Milano THERE IS NO PLACE LIKE HOME, a cura di F.Chiacchio, S.Errico, AC.Bleuler, Milano 2009 TRATTI TANGENTI, GiaMaArtStudio, a cura di Anna Lisa Ghirardi, Vitulano(Benevento) DO NOT CROSS THE LINE, Stazione di Porta Nuova, a cura di Luca Vona, Torino IMAGINE, La nuova visione della generazione anni '80, GiaMaArt Studio, a cura di Carolina Lio, Vitulano (Benevento) (WroIU), progetto site-specific IoScatola, Spazio Estro, a cura di F.Chiacchio, Bergamo OPEN#1, S.A.L.E, Ex Magazzini del Sale, Venezia 2008 MASTER OF BRERA, Liu Hiusu Art Museum, a cura di Rolando Bellini, Shangai NEW ART NEW POP, Centro d’Arte e Cultura di Brolo, a cura di Igor Zanti, Molgiano Veneto (TV) ARTECONTEMPORANEAMODERNAROMA, Palazzo dei Congressi, Roma 2007 ALIENS, Spazio Novantanove, a cura di Sergio Curtacci, Venezia 2006 ARTEMISIA, Rassegna di pittura contemporanea, Sala del Consiglio di Ancona PREMI 2011 PREMIO CELESTE (finalista), Museo Civico Archeologico,a cura di Gabi Scardi, Bologna 2010 PREMIO ITALIAN FACTORY (2° premio), First Gallery, a cura di Chiara Canali, Roma 2009 PREMIO COMBAT (finalista), Bottini dell'Olio, selezionato da Cecilia Antolini, Livorno 2007 ARTE LAGUNA (3° premio), Palazzo Scotti, Asso. Cult. MoCa, a cura di Igor Zanti RESIDENZE 2011 ELEPISODIOPILOTO, Santiago de Compostela GLOGAU-AIR, Artist in Residence Program, Be Chiara Ronchini. Classe 1980, è curatrice indipendente di arte contemporanea. Ha iniziato a curare mostre durante gli anni universitari a Bologna dove ha frequentato il D.a.m.s per poi trasferirsi e continuare il suo lavoro a Londra. Dopo tre anni è tornata in Italia dove continua la sua costante ricerca in giovanissimi artisti. La sua intenzione più grande è quella di dare spazio all'arte, sempre e ovunque, senza limiti e senza restrizioni, cercando di comunicare l'importanza della forza artistica. Si batte per l'arte che per lei è sinonimo di libertà totale. "Revolutionary art should be revolutionary ". Attualmente collabora con il Caos Centro arti Opificio Siri di Terni dove cura mostre e progetti per indisciplinate. Contemporaneamente lavora a progetti indipendenti. La rassegna “I don’t understand contemporary art” vuole proporre un’immersione totale nell’arte, al fine di comprendere che non c’è niente da comprendere, se non la bellezza e la complessa semplicità della forza artistica, della sua assoluta necessità nel mondo ed in ogni individuo. Riscoprendo i gesti e le intenzioni dell’arte da vicino, guidati dagli artisti stessi da sempre dalla parte della società in modo sincero, senza mai arrendersi anche nell’indifferenza più ostinata, lo spettatore avrà la possibilità di capire quello che non c’è da capire. Senza un tema particolare o specifico, gli artisti saranno invitati ad esprimersi liberamente per mostrare al meglio la loro essenza. La rassegna propone da aprile a luglio tre personali: Stefano W. Pasquini, Cristiano Carotti e Giulio Zanet. I tre artisti italiani di diversa provenienza, esperienza e maniera, esprimono in sintesi quello che sta accadendo nell'arte contemporanea, tutti e tre racchiudono il senso assunto in diverse forme e diversi colori, inevitabvilmente presente in tutti i giovani artisti italiani emergenti. colori, inevitabvilmente presente in tutti i giovani artisti italiani emergenti.
Spazio espositivo: Quattrocentometriquadri gallery Città: Ancona Indirizzo: via magenta 15 Telefono: 3934522197 - 3382430040 Sito web: www.quattrocentometriquadri.eu Email: gallery@quattrocentometriquadri.eu

Partecipano all'evento

Seguono l'evento


commenti

Per commentare ed interagire devi registrarti
politica editoriale note legali FAQ chi siamo pubblicizzati servizi

Copyright © 2013 EQUILIBRIARTE All Rights Reserved