Login
opening gio 05 apr

Un esercito di carta: arrivano i piemontesi!

05/04/2012 - 30/09/2012
A conclusione delle celebrazioni per i 150 dell'Unità d'Italia , nella Certosa e Museo di San Martino, sarà presentata una inedita sfilata di soldatini dell'Esercito italiano del 1860-1870: bersaglieri con la fanfara, artiglieri a cavallo, cavalleria in alta uniforme, una minuziosa ricostruzione di un intero esercito di carta in miniatura. Gli acquerelli furono eseguiti, a metà Ottocento, da Emanuele e Filippo Emilio Gin, padre e figlio, appartenenti ad una famiglia di origine francese, i Gin de Grenville, trasferitasi a Napoli ai primi dell'Ottocento, acquerellisti animati da un'autentica e comune passione per il costume e le uniformi dell’epoca. La serie di acquerelli - esposti per la prima volta al Museo - è parte di una raccolta di oltre duemila ’figure’ -acquistate nel 1923 per la somma, allora considerevole, di 13.000 lire- che arricchì ulteriormente le collezioni del Museo di San Martino. L'esercito piemontese che irrompe nel Regno delle Due Sicilie nel 1860, comandato dal generale Enrico Cialdini, è composta da circa 500 piccoli acquerelli sagomati: bersaglieri, lancieri e corazzieri a cavallo e le temute batterie Voloire, lo storico Reggimento piemontese di artiglieria che distrusse la cittadella di Gaeta. I soldatini erano destinati ai giovani principi della Corte e stupiscono agli studiosi del costume militare per la raffinata tecnica miniaturistica e per la dovizia dei particolari che contraddistingue le divise dei vari corpi armati. La straordinarietà degli acquerelli è determinata, oltre che dalla ricchezza dei dettagli e dalla vivacità dei colori, soprattutto dalla minuziosa caratterizzazione di soldati ed ufficiali, che fa di ogni soldatino un pezzo unico, con la sua personale fisionomia: dal folto battaglione dei bersaglieri, completo di fanfara, con l’ondeggiare al vento delle piume di gallo dei loro tipici cappelli agli elegantissimi Corazzieri del Re Umberto I, corpo speciale di Guardie Reali. La mostra è accompagnata da una pubblicazione edita da Arte’m. Sabato 14 aprile , ore 11.00, visita a cura della dott.ssa Rita Pastorelli Certosa e Museo di San Martino orario: ore 8.30 – 19.30 mercoledì chiuso e-mail: sspsae-na.sanmartino@beniculturali.it info: www.polomusealenapoli.beniculturali.it; facebook.com/museodisanmartino Redattore: SIMONETTA GOLIA Informazioni Evento: Data Inizio:05 aprile 2012 Data Fine: 30 settembre 2012 Luogo: Napoli, Certosa e Museo di San Martino Orario: ore 11.00 E-mail: sspsae-na.sanmartino@beniculturali.it Sito Web: http://www.polomusealenapoli.beniculturali.it; facebook.com/museodisanmartino Dove: Napoli, Certosa e Museo di San Martino Città: Napoli Indirizzo: Largo San Martino Provincia: (NA) Regione: Campania E-mail: sspsae-na.sanmartino@beniculturali.it Sito web: http://www.polomusealenapoli.beniculturali.it; facebook.com/museodisanmartino
Spazio espositivo: Certosa e Museo di San Martino Città: Napoli Indirizzo: Largo San Martino, 5 80129 Napoli Telefono: telefono: 0039.081.2294541 fax: Sito web: http://www.polomusealenapoli.beniculturali.it/museo_sm/museo_sm.html Email: mbac-sspsae-na@mailcert.beniculturali.it

Partecipano all'evento

Seguono l'evento


commenti

Per commentare ed interagire devi registrarti
politica editoriale note legali FAQ chi siamo pubblicizzati servizi

Copyright © 2013 EQUILIBRIARTE All Rights Reserved