Login

MANETEXIT

Pubblicato da
Leonardo Basile
il 16 ottobre 2016
La città di Torino fa a meno di Manet: A un anno dall’annuncio che la Gam avrebbe ospitato nel 2017 una mostra di Edouard Manet come giusta conclusione per il ciclo di grandi impressionisti realizzato negli ultimi anni, appare chiaro ormai che la nuova giunta intende fare a meno dei grandi eventi culturali (promessa del resto avanzata in campagna elettorale dall'Appendino/candidato e che ora sembra voglia mantenere).

Dagli uffici di Skira, partner della Città nelle esposizioni fatte con le opere del parigino Musée d’Orsay, escludono che quell’ipotesi si realizzi, per lo meno nel prossimo anno. Tra i motivi addotti, il cambio della giunta civica, che non avrebbe manifestato alcuna intenzione di proseguire i progetti in campo espositivo intrapresi in passato, e, soprattutto, il venire meno dei buoni rapporti intrattenuti tra l’allora sindaco Piero Fassino, il presidente del museo parigino Guy Cogeval e l’amministratore delegato della società Massimo Vitta Zelman.

"Non abbiamo avuto contatti con la nuova giunta. Alle condizioni attuali quella mostra non si può fare" - conferma Massimo Vitta Zelman, amministratore delegato della Skira,  aggiungendo  "Non è facile produrre mostre a Torino, noi abbiamo potuto farle grazie all'impegno personale di Fassino, che ci supportava anche attraverso sponsor".

L'assessora alla cultura - che 'cade dalle nuvole' - addossa ogni responsabilità a Patrizia Asproni , presidente della Fondazione Torino musei, chiedendone la testa (le poltrone servono!!) . Il sindaco rincara la dose con  " se fossimo stati interpellati avremmo potuto assicurare il nostro sostegno" .

L'Asproni non ci sta e si difende: "Ho chiesto un incontro con la nuova giunta sin dal suo insediamento ma - a causa dei tanti viaggi in giro per l'Italia ed il mondo, per impegni di partito e funerali vari, n.d.r. - mi è stato concesso il primo appuntamento il 24 ottobre".

Aspettiamo quindi il 24 per saperne di più in modo definitivo...Dipartite permettendo.

Argomenti

  • Pittura
  • Fotografia
  • Fashion & Style
  • Corsi e Concorsi
  • Video, Cinema e Musica
  • Illustrazione
  • Libri d'Arte
  • Tecnica
  • Mostre
  • Design

commenti

Per commentare ed interagire devi registrarti
Leonardo Basile - 17/10/2016 - 18:53:12
E' di un'ora fa (17:43) la pubblicazione ANSA che riporta l'ultima dichiarazione di Appendino in merito alla questione. Si evince chiaramente la mancanza di feeling con l'Asproni e la volontà di cacciarla via. Quindi presumo che quell'incontro del 24 non ci sarà e riconfermo l'ipotesi di un 2017 senza Manet...devono scrivere un modello (copia e incolla) e quindi ci vorrà del tempo. "Verificheremo se ci sono le condizioni per fare la mostra, ma per noi non ci sono le condizioni per continuare a lavorare con la presidente della Fondazione Torino Musei" Patrizia Asproni. Così la sindaca di Torino, Chiara Appendino, sulle polemiche per il possibile annullamento della mostra su Manet. "Vogliamo costruire un modello in cui capacità, competenze e relazioni - aggiunge in Sala Rossa - siano della città e non del sindaco di turno: un modello basato sulle relazioni personali indebolisce la città". La prima cittadina ha precisato che l'impossibilità di proseguire la collaborazione con la Asproni "non è una questione personale". "Se c'erano delle criticità sarebbe stato utile che la presidente della Fondazione avvertisse la giunta - ha sottolineato -. Non accetto che venga utilizzata in modo strumentale la mancanza di comunicazioni a questa giunta per nascondere forse la mancata capacità di organizzate l'evento".(ANSA)
Tutti i commenti (7)
politica editoriale note legali FAQ chi siamo pubblicizzati servizi

Copyright © 2013 EQUILIBRIARTE All Rights Reserved